C I R S Ragusa

Centro Ibleo di Ricerche Speleo-idrogeologiche
Subscribe

LABORATORIO IBLEI – Calendario di escursioni 2011/2012

novembre 12, 2011 By: admin Category: Senza categoria

Programma  in buona parte rinnovato, con proposte inedite di escursioni, in questa edizione 2011/2012 di “Laboratorio Iblei”,  finalizzato alla conoscenza delle peculiarità naturali  del territorio Ibleo. Nel corso delle escursioni proposte, esperti naturalisti descriveranno le singolarità, osservabili nel siti visitati, attinenti sia agli aspetti fisici che a quelli vegetazionali. Inoltre, il taglio essenzialmente pratico del “Laboratorio” consentirà ai partecipanti, interessati a determinati aspetti, di acquisire elementi e prendere parte attiva,  nel corso delle escursioni, ad una serie di attività quali: l’utilizzo di strumentazione satellitare e mappe ai fini dell’orientamento, il riconoscimento delle rocce affioranti, la visita di cavità e sorgenti carsiche, il riconoscimento della vegetazione e altro ancora. Alla fine del programma è previsto il rilascio di un attestato di partecipazione. Gli interessati alle escursioni del Laboratorio possono contattare la segreteria del CIRS al numero 3386328195 per informazioni e/o prenotazioni e scaricare il Programma.

21° Corso di Speleologia – 5 maggio / 11 giugno

aprile 18, 2011 By: admin Category: Senza categoria

21° Corso di Speleologia

Partirà giorno 5 maggio il 21° Corso propedeutico di Speleologia organizzato dalla Scuola di Speleologia Iblea del CIRS Ragusa. Il Corso si rivolge a studenti di scuole medie superiori e universitari, laureati in discipline naturali (geologia, biologia, scienze naturali, ecc.) e, più in generale, a tutti coloro che intendono iniziare a conoscere le suggestioni del mondo sotterraneo nelle sue diverse sfaccettaure (esplorative, tecniche, di ricerca, ecc.).  Lo svolgimento del corso, della durata di 5 settimane, prevede una sezione teorica (con incontri settimanali) e una pratica (le domeniche) con esercitazioni in palestre di roccia o escursioni in grotta. Al riguardo, poiché le scursioni domenicali si svolgeranno in diversi contesti geografici siciliani, l’evento, oltre che didattico, vuole  essere anche un’occasione per far conoscere ambienti naturali della Sicilia di particolare fascino. Il Corso chiuderà i suoi battenti al raggiungimento di 20 iscritti, pertanto: affrettatevi!!!! Per informazioni e iscrizioni, gli interessati sono invitati a contattare la segreteria del CIRS ai seguenti recapiti: cell. 3201898150.

DENTRO E FUORI LA MONTAGNA

marzo 01, 2011 By: admin Category: Senza categoria

E’ l’avventura durata quindici anni, non ancora conclusa, fra zubbie, grotte, crepacci,  karren e foreste pietrificate, dentro e fuori i Monti di Trapani, nell’estremo settore occidentale della Sicilia; fantastico viaggio in un mondo sotterraneo ai più ancora sconosciuto. Il volume, appena uscito, riporta descrizioni e immagini inedite di alcune fra le più belle grotte carsiche della Sicilia, esplorate e documentate dal CIRS nel territorio di Custonaci. Grotte fantastiche per grandezza ma soprattutto per la bellezza e varietà morfologica delle sue concrezioni calcitiche formatesi nel corso di migliaia e migliaia di anni dal lento e incessante stillicidio dell’acqua circolante nelle vene della montagna. In queste cavità, dentro la montagna, e fuori  da questa, nelle fantastiche morfologie scolpite nelle dolomie mesozoiche, è scritta la storia geologica di questo settore della Sicilia nel più generale contesto geodinamico-evolutivo del Mediterraneo.  

Viaggio nei Sentieri Carsici e nelle Grotte dello Zingaro

dicembre 17, 2010 By: admin Category: Senza categoria

 

Un viaggio particolare, in quella che riteniamo una delle più belle Riserve Naturali della Sicilia, è quello descritto nel volume “Sentieri carsici e grotte dello Zingaro”; un invito a scoprire, nelle pieghe delle fantastiche montagne mesozoiche della Riserva, cinte da un mare color smeraldo e immerse in un contesto di ammaliante biodiversità, floro-vegetazionle, un tesoro sotterraneo inedito costruito, nel corso di migliaia e migliaia di anni, dal lento e incessante lavorio dell’acqua.  Nel volume sono descritte le più belle cavità carsiche esplorate e documentate dal CIRS nella Riserva nell’ambito di un progetto di ricerca, posto in essere dal Dipartimento Regionale Foreste Demaniali, al fine di valorizzare queste singolarità morfologiche poco conosciute. In aggiunta, la pubblicazione riporta alcune proposte di itinerari, corredate da apposite cartine, alla scoperta delle morfologie carsiche a karren e pinnacoli (tipo Stone forest) presenti nei diversi areali dell’area protetta, oggi altresì segnalati da appositi cartelli. Pertanto, chi volesse scoprire queste singolarità morfologiche della Riserva, ipogee e superficiali, è invitato alla lettura di questa recente pubblicazione, di 200 pagine  interamente a colori con  più di trecento foto, diverse cartine e ancora altro, ma soprattutto è esortato a scoprirne direttamente le bellezze avventurandosi lungo i suoi magici sentieri carsici, descritti  nel volume. Gli interessati possono trovare il volume in alcune librerie di Ragusa, presso il CIRS e la Riserva dello Zingaro.

Karst Evolution in the South Mediterranean Area

dicembre 01, 2010 By: admin Category: Senza categoria

Pubblicati gli atti del 3° Simposio Internazionale “Karst Evolution in the South Mediterranean Area” tenutosi a Ragusa nel mese di maggio del 2009, organizzato dal CIRS nell’ambito delle manifestazioni poste in essere per la celebrazione del 35° anniversario della sua fondazione (1974-2009). Il suddetto volume, di 270 pagine, interamente a colori,  raccoglie i contributi della ricerca condotta negli ultimi anni, sia in ambito nazionale che internazionale, nelle aree carsiche peri-mediterranee, da ricercatori, accademici di varie università e speleologi. Gli atti sono disponibili presso alcune librerie di Ragusa o contattando il CIRS  all’email: info@cirs-ragusa.org.

Il Parco che vorremmo

novembre 17, 2010 By: admin Category: Senza categoria

IL PARCO CHE VORREMMO- Iblei un Geomorfosito carsico di elevato valore ambientale

novembre 11, 2010 By: admin Category: Senza categoria

Presentata   all’Assessorato Regionale al Territorio e Ambiente, dal Coordinamento delle Associazioni Naturalistiche e Ambientaliste, la proposta di Parco Nazionale degli Iblei riguardante la Provincia di Ragusa. Le perimetrazioni e le zone 1 di tutela (in azzurro) riportate in cartografia sono state eleborate in coerenza con gli obiettivi prioritari delle politiche di protezione della natura della Comunità Europea. Nell’area Iblea, in particolare nelle aree su indicate, sono presenti estese superfici con habitat naturali la cui importanza della conservazione e tutela viene fortemente sottolineata dalla Direttiva 92/43/CEE detta Direttiva Habitat che introduce l’obbligo di tutela degli habitat di specie, per il loro particolare valore intrinseco e la loro rarità a livello europeo e in quanto ecologicamente e funzionalmente determinanti per la conservazione delle specie.
Nelle aree iblee indicate in cartografia sono inoltre presenti elementi faunistici inclusi negli elenchi:della Direttiva 79/409/CEE, detta Direttiva Uccelli; della Convenzione di Berna, per la conservazione della vita selvatica e dei biotopi in Europa; della Convenzione per la Conservazione delle Specie Migratrici (CMS – Convenzione di Bonn) appartenenti alla fauna selvatica.

Pertanto, il territorio Ibleo ed in particolare le cave iblee, sono dei veri e prorpi “serbatoi” e laboratori per la conservazione del territorio, del paesaggio, degli ecosistemi, degli habitat e delle specie.

PARCO NAZIONALE DEGLI IBLEI – Laboratori naturalistici ed escursioni – Ragusa 4-28 novembre 2010

settembre 17, 2010 By: admin Category: Senza categoria

STRETTAAN11Riapre i battenti giorno 4 novembre, presso la sede del C.D.A.N. (Centro di Documentazione e Attività Naturalistiche), a Ragusa Ibla, Palazzo Floridia, la serie di incontri teorici ed escursioni “Laboratorio Iblei” progetto didattico del CIRS finalizzato alla conoscenza delle peculiarità naturalistiche del territorio Ibleo, rivolto al mondo della scuola, agli escursionisti e più in generale a tutti gli appassionati frequentatori dei nostri ambienti naturali. Gli incontri del corso saranno indirizzati all’approfondimento degli aspetti  più peculiari del ricco patrimonio naturale ibleo che motivano l’istituzione del futuro Parco Nazionale. Al riguardo, il corso si prefigge di fornire ai partecipanti un quadro sufficientemente esaustivo delle  valenze naturalistiche presenti nell’area iblea, affinché se ne abbia sufficiente consapevolezza. Il programma si svolgerà con incontri teorici, laboratori ed attività di campagna con escursioni e rilevamenti di vario genere (riconoscimento rocce e fossili, grotte, sorgenti,  flora, fauna ecc.), realizzate quest’ultime in alcuni degli ambienti più suggestivi e spettacolari degli Iblei. Gli interessati possono scaricare qui il programma e contattare la segreteria del CIRS per informazioni e/o prenotazioni (3386328195  / 3201898150).  Il corso prevede un numero max di 20 partecipanti, mentre per le sole escursioni domenicali ci si riserva di ammettere una partecipazione extracorso fino ad un massimo di 10 richiedenti, previa prenotazione.

Programma

SENTIERI CARSICI E GROTTE DELLO ZINGARO – Due giorni fra le magiche suggestioni carsiche della Riserva Naturale Orientata dello Zingaro 8 – 9 maggio 2010

aprile 28, 2010 By: admin Category: Senza categoria

Saro2 Allo Zingaro il carsismo, presente in ogni parte della Riserva, costituisce l’elemento essenziale che condiziona tutto: la fauna, la vegetazione e i paesaggi, contribuendo alla creazione di ambienti naturali di grande fascino. Tuttavia questo aspetto è il meno conosciuto; forse perché chi visita la Riserva è catturato dalla mutevolezza del paesaggio che intreccia la storia del territorio ad una natura  ancora incontaminata.

La manifestazione si prefigge la presentazione dei risultati dell’indagine condotta dal CIRS di Ragusa sulle morfologie carsiche superficiali e ipogee presenti nell’area della Riserva Naturale Orientata dello Zingaro, finalizzata alla conoscenza e valorizzazione del territorio anche attraverso la corretta fruizione dei luoghi.Iolanda2

Al riguardo, l’attività riportata nelle broshure scaricabili, si svolgerà in due giornate. Nella prima giornata, la sessione di apertura dei lavori sarà dedicata alla descrizione delle peculiarità carsiche emerse nel corso dello studio effettuato.    Nel corso della giornata saranno presentati il libro“Sentieri Carsici e Grotte dello Zingaro”, la cartina dei sentieri carsici e, inoltre, verrà inaugurata la sezione carsica presso il museo naturalistico della Riserva.

La seconda giornata sarà invece dedicata alla  fruizione delle anzidette valenze tramite un’escursione guidata dal CIRS che si snoderà, con partenza dall’ingresso nord della Riserva (San Vito Lo Capo), nell‘area di Portella S. Giovanni, Monte Passo del Lupo (versante Est), Monte Speziale, Pianello, Pizzo Passo del Lupo e Borgo Cusenza. Il programma  è rivolto ai docenti, dottorandi, studenti universitari e a tutti gli appassionati di escursionismo naturalistico che vogliono approfondire le loro conoscenze sui fenomeni carsici.

Scarica broshure 1

Scarica broshure 2

Scarica broshure.pdf

PARCO NAZIONALE DEGLI IBLEI – Laboratori Naturalistici ed escursioni – Ragusa 30 aprile / 30 maggio 2010

aprile 01, 2010 By: admin Category: Senza categoria

AP2

Apre i battenti giorno 30 aprile, presso la sede del C.D.A.N. (Centro di Documentazione e Attività Naturalistiche), a Ragusa Ibla, Palazzo Floridia, la quinta serie di incontri teorici ed escursioni “Laboratorio Iblei” progetto didattico del CIRS finalizzato alla conoscenza delle peculiarità naturalistiche del territorio Ibleo, rivolto al mondo della scuola, agli escursionisti e più in generale a tutti gli appassionati frequentatori dei nostri ambienti naturali. Gli incontri del corso saranno indirizzati all’approfondimento degli aspetti  più peculiari del ricco patrimonio naturale ibleo che motivano l’istituzione del futuro Parco Nazionale degli Iblei, ai sensi della legge quadro 394/91 sulle aree naturali protette. Argomento, questo del Parco, di assoluta attualità, stante la divisione che ha originato recentemente nella popolazione iblea fra chi ne è convinto assertore e chi ne teme, invece, nefaste conseguenze per il territorio.

Al riguardo, il corso si prefigge di fornire ai partecipanti un quadro sufficientemente esaustivo delle  valenze naturalistiche presenti nell’area iblea, affinché se ne abbia sufficiente consapevolezza. Il programma si svolgerà con incontri teorici, laboratori ed attività di campagna con escursioni e rilevamenti di vario genere (riconoscimento rocce, flora, fauna ecc.), realizzate quest’ultime in alcuni degli ambienti più suggestivi e spettacolari degli Iblei. Il corso si arricchirà, altresì, nei giorni 8-9 maggio, di un campo nel magico contesto paesaggistico della Riserva Naturale Orientata dello Zingaro, la prima area protetta istituita in Sicilia nel 1981. Gli interessati possono scaricare qui il programma e contattare la segreteria del CIRS per informazioni e/o prenotazioni.  Il corso prevede un numero max di 20 partecipanti, mentre per le sole escursioni domenicali e il campo dello Zingaro il CIRS si riserva di ammettere una partecipazione extracorso fino ad un massimo di 10 richiedenti, previa prenotazione.

Laboratorio naturalistico (PDF)

IL PARCO DELLE GROTTE DI TRAPANI – Seminario – Tavola rotonda – Escursione – Trapani / Custonaci 27-28 marzo 2010

marzo 17, 2010 By: admin Category: Senza categoria

FotoNuovo appuntamento del CIRS per gli amanti della natura, nell’ambito delle finalità didattiche, di divulgazione e sensibilizzazione alle tematiche di tutela delle aree carsiche del territorio siciliano.

Conoscenza del patrimonio carsico e speleologico dei Monti di Trapani, una fra le più importanti aree carsiche della Sicilia; sua valorizzazione, tutela e ipotesi di fruizione a impatto minimo saranno i temi conduttori  della manifestazione “Il Parco delle Grotte di Trapani” che si svolgerà  sabato 27 e  domenica 28 marzo, rispettivamente a  Trapani  e a Custonaci”, organizzata dal CIRS Ragusa in collaborazione con l’Associazione dei Geologi della Provincia di Trapani. L’evento prevede: nella mattinata di sabato, presso l’aula consiliare della Provincia, un seminario di approfondimento sulla genesi dei fenomeni carsici, con particolare riferimento alle aree carbonatiche dei Monti di Trapani, rivolto a studenti universitari, professionisti e più in generale ad appassionati escursionisti e naturalisti; nel pomeriggio,  la proiezione del trailer “Un sogno dentro la Montagna”,  anteprima  di  un documentario sul patrimonio carsico della Provincia di Trapani di prossima produzione a cura del sodalizio CIRS & Extempora;  seguirà  una Tavola rotonda sulle tematiche di valorizzazione e protezione delle aree carsiche; domenica , infine, visita guidata alla “Grotta della Clava” una delle più affascinanti cavità del territorio di Custonaci. La manifestazione si chiuderà con una degustazione di prodotti della tradizione culinaria locale a cura dell’associazione culturale “Il Museo Vivente di Custonaci”. Nella giornata di sabato sarà possibile accogliere pre-iscrizioni al I° corso di Speleologia che il CIRS organizzerà a Trapani nel periodo settembre/ottobre del c.a.. Gli interessati (alla manifestazione e/o al corso) sono invitati a contattare gli organizzatori della manifestazione ai numeri riportati nella Broshure qui scaricabile.

Scarica qui la brochure

IL CARSISMO NEL PARCO DEGLI IBLEI Seminario, forum ed escursioni in grotta – Siracusa 28-29 novembre, Palazzo Impellizzeri

novembre 17, 2009 By: admin Category: Senza categoria

SucolifreAppuntamento da non perdere, per tutti gli appassionati, geologi, biologi, naturalisti ed escursionisti, quello dei giorni 28 e 29 novembre 2009 a Siracusa, Pallazzo Impellizzeri, per l’evento “Il Carsismo nel Parco degli Iblei”, organizzato da AGEOSIR (Associazione dei Geologi della Provincia di Siracusa) e CIRS Ragusa. La manifestazione, strutturata con un seminario, un forum e visite alle grotte Monello e Chiusazza, si prefigge di approfondire un aspetto ancora poco conosciuto del nostro territorio riguardante i fenomeni carsici, agenti sin dalle prime fasi di emersione del Plateau Ibleo, alla fine del Miocene, responsabili per buona parte della genesi delle più spettacolari e suggestive morfologie  fisiche che oggi contraddistinguono e rendono unico il paesaggio ibleo (canyon, valli fluviocarsiche, gole,  marmitte, karren e, non ultime, le cavità carsiche). Seminario, quindi, nel corso della mattina del 28 novembre su morfologie carsiche, speleogenesi e problematiche di stabilità in presenza di vuoti carsici, quindi sessione pomeridiana in apertura con alcuni video (in anteprima un trailer sul Parco degli Iblei) cui farà seguito un forum con interventi sulle tematiche di valorizzazione e tutela del paesaggio naturale più in generale. Da non perdere, infine, nella giornata del 29 le visite alla Grotta Monello e Chiusazza, fra le cavità più interessanti e affascinanti originatesi nel cuore dell’auspicato Parco degli Iblei.

Scarica qui il programma

20° CORSO DI SPELEOLOGIA – 1° Livello

settembre 16, 2009 By: admin Category: Senza categoria

CorsoViaggio nel favoloso mondo sotterraneo con il 20° Corso di Speleologia

Partirà il 3 ottobre il 20° Corso di Speleologia, di primo livello, organizzato dalla Scuola di Speleologia Iblea del CIRS. Il corso vuole costituire per i partecipanti un viaggio iniziatico nell’affascinante mondo della speleologia, ultimo angolo del nostro pianeta  ancora per buona parte da scoprire.  Al riguardo, il programma (la cui brochure è scaricabile qui) prevede  una parte teorica e una tecnico-pratica: la prima riguardante alcune discipline, quali la  geologia, il carsismo, la biospeleologia e la topografia ipogea, la trattazione delle quali ha lo scopo di fornire una conoscenza di base del mondo carsico sotterraneo e dei suoi molteplici  fenomeni; la seconda si prefigge, per passi successivi con palestre di roccia ed escursioni in grotta, una conoscenza delle tecniche di base di progressione, in sicurezza, di cavità via via più complesse (sia orizzontali che verticali). Il corso prevede: un minimo (10) e un massimo di iscritti (30); una durata di un mese (strutturato in 5 incontri teorici e 5 pratici) e, in conclusione, il rilascio di un attestato di partecipazione per gli iscritti. Considerati i tempi al quanto ristretti, gli interessati sono invitati a scaricare il programma con tutte le notizie inerenti il corso e a contattare al più presto il CIRS (info@cirs-ragusa.org) tramite gli indirizzi forniti.

Scarica qui il programma

SICILIA SOTTERRANEA – Suggestioni ipogee e tematiche di conservazione

settembre 01, 2009 By: admin Category: Senza categoria

E’ disponibile il Volume 13 di Speleologia Iblea dedicato agli atti del Convegno Sicilia Sotterranea svoltosi a Ragusa Ibla il 9-10-11 maggio 2008. L’evento, organizzato dal C.I.R.S., in collaborazione con il Dipartimento di Protezione Civile, la Provincia Regionale e la Soprintendenza ai BB.CC.AA., ha avuto come finalità la riscoperta, valorizzazione, tutela e fruizione delle strutture storiche ipogee presenti in Sicilia quali: chiese rupestri, miniere dismesse, vecchi aquedotti, qanat, antiche cisterne, rifugi antiarei, ddieri, ecc..

Il suddetto Volume, che può essere richiesto contattando il CIRS (info@cirs-ragusa.org), contiene i seguenti articoli:
– Le Solfare di Sicilia (Michele Brescia)
– Il Sale sotto la Sicilia (Michele Curcuruto)
– Qanat e sistemi d’acqua tradizionali in Sicilia (Pietro Todaro)
– L’acquedotto antico di Cavadonna nel siracusano (Lorenzo Guzzardi)
– Insediamenti rupestri negli Iblei: note storiografiche (Annamaria Sammito)
– Vita e morte nelle grotte del comprensorio ragusano (Saverio Scerra)
– Chiese rupestri, territorio ed etnie negli Iblei di età normanna (Vittorio Rizzone)
– Cisterne, pozzi ed altre strutture “minori” scavate nella roccia tra medioevo ed età normanna (Salvina Fiorilla)
– Il percorso ipogeico di Piazza del Duomo a Siracusa (Mariella Muti)
– II Museo della geologia degli Iblei a Cava Gonfalone (Salvatore Scuto)
– Aspetti carsici e naturali del Parco delle MIniere di asfalto di c.da Streppenosa (Rosario Ruggieri, Iolanda Galletti & Gianni Savasta)
– Il Progetto delle Latomie della Vallata Santa Domenica (Giuseppina Lembo & Vincenzo Gurrieri)
– I rifugi antiaerei di Ragusa: una storia spezzata (Giuseppe Calabrese)
– Grotte e camminamenti sotterranei nell’abitato di Vittoria (Giuseppe Areddia & Gioacchino Siciliano)
Ipogei urbani: monitorare per prevenire (Chiarina Corallo)
– Le Latomie di Ragusa: influenza delle cavità antropiche sulla stabilità del substrato urbano – prospettive e recupero (Francesco Schilirò)
– Il recupero sostenibile degli ipogei nel contesto urbano (Pietro Paolo MIncio)
– Misure di radon nelle strutture ipogee iblee (R.Moneo, A.Conto, S.Bommestieri, G.Alessandro)

Cyrenaica Karst Project

agosto 06, 2009 By: admin Category: Senza categoria

Si è svolta dal 16 al 30 giugno la terza fase del Cyrenaica Karst Project, ricerca posta in essere dal Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università Garyounis di Bengasi in collaborazione con il C.I.R.S. Ragusa, finalizzata allo studio delle morfologie carsiche della Cirenaica, settore NE della Libya, con particolare riguardo agli aspetti riguardanti le risorse idriche, le problematiche di edificabilità nelle aree carsiche, la tutela, valorizzazione e fruizione delle peculiarità del paesaggio naturale più in generale.

Al riguardo, sono continuate le ricerche precedentemente condotte nelle prime due fasi (2007-2008), sia nella piana carsica di Bengasi che nel Gebel Al Akhdar. In particolare, nella prima, delimitata a est dal primo gradino del Gebel, lo studio ha interessato alcune doline di soluzione, nell’area di Cheapnah, Lethe e Magarin, e alcune doline di crollo nell’area di Bararik ash Sha’i, limitrofe alla prima scarpata. Su quest’ultima è stata, invece, esplorata e documentata una cavità labirintica.

Un’altra cavità, ubicata all’interno del tessuto urbano di Bengasi, venuta alla luce a seguito dei lavori di costruzione di un edificio per civile abitazione, è stata esplorata e rilevata allo scopo di valutare i possibili rischi di collassamento dell’esigua volta, già vistosamente interessata da crolli, sottostante la suddetta struttura.

Le ricerche sul Gebel hanno invece interessato le aree carbonatiche sollevate del plateau delimitate da due successive scarpate strutturali decorrenti con andamento NE. In particolare, nell’area di Madinat Al Abyar, a circa 44 km ENE da Bengasi nel plateau sollevato a est della prima scarpata, è stato documentato un pozzo-dolina di crollo, mentre alcune cavità sono state esplorate e documentate sulla seconda scarpata nell’area di Isgana/Lustata. In questa area sono state, altresì, osservate evidenze archeologiche, quali tombe, cisterne e probabili strutture abitative o di culto, scavate nella roccia. Sul plateau sollevato a est della seconda scarpata è stata invece esplorata una cavità-inghiottitoio profonda circa 80 m., nell’area di Bunqidoah, che cattura e trasferisce in profondità le acque di ruscellamento di un ampio areale nel periodo piovoso.

Spostandoci verso NE, nel plateau a est della prima scarpata in un’areale di circa 80 kmq delimitato a sud dal Qars Libya, a ovest dal Wadi Al Lawlab e a est dal Wadi Jarmah, sono state documentate: tre spettacolari doline di soluzione, una delle quali con un insediamento archeologico su uno dei bordi; tre grandi e profonde doline di crollo e alcune cavità una delle quali, con tipologia tipo Cenote, accogliente al suo interno resti di antiche mura ed una porta ad arco.

Spostandoci ancora verso est fra Susa e Ras al Hilal, sono state documentate: una dolina di crollo lungo la fascia costiera nell’area di Rowos Al Aslab, e una seconda dolina di crollo con una cavità interessata da diffusi depositi calcitici nell’area di Al Abraq sul plateau a est della seconda scarpata. Infine, sempre nello stesso areale in alcuni wadi che solcano il plateau della prima scarpata con direzione NO verso il mare, sono state rilevate morfologie varie quali: cavità tettoniche (Wadi ad Dab), paleo-solchi fluviocarsici (Wadi Mahbool) e cavità su travertini (Wadi al Qalah).

Il proseguo delle ricerche è previsto nel 2010 e sarà indirizzato sia alla continuazione delle indagini speleologiche e geomorfologiche già avviate nei diversi areali carsici del Gebel che alla esecuzione di ricerche multidisciplinari (geologiche, biologiche floro-faunistiche, archeologiche, ecc.) sull’areale delle ”Grandi doline” indirizzate alla proposizione di un Geoparco con finalità di tutela, valorizzazione e fruizione delle spettacolari e suggestive peculiarità, naturali e storico-antropiche, presenti.

3° International Symposium on karst Evolution in the south Mediterranean Area 2nd Circular

aprile 23, 2009 By: admin Category: Senza categoria

3° International Symposium on karst Evolution in the south Mediterranean Area 2nd Circular (2a Circolare)

Eccoci finalmente con la seconda circolare del 3° Simposio Internazionale su Karst Evolution on south Mediterranean Area che si terrà a Ragusa dal 29 al 31 maggio 2009 nell’ambito delle celebrazioni del 35° anniversario della fondazione del CIRS. Innanzitutto alcuni numeri che lasciano ben sperare: più di 40 relazioni inviate per la presentazione orale, un discreto numero di poster e una consistente partecipazione sia del mondo della ricerca universitaria che di quello della speleologia isolana. Per ciò che concerne la presenza straniera avremo partecipanti dell’Università di Benghazi,  da Malta, dalla Spagna e dalla Grecia, sino ad oggi. La circolare contiene il programma di massima, con le varie sessioni, e tutte le iniziative collaterali (mostre, visite, gite, ecc.) che saranno poste in essere nell’arco dei tre giorni dal 29 al 31 maggio. In sintesi: giorno 29 maggio, inizio del Simposio Internazionale, con la presentazione delle relazioni nelle sessioni scientifiche, e apertura degli spazi espositivi. Nel corso della stessa giornata si svolgeranno, senza interferire con i lavori del Simposio, altri due particolari eventi: la visita del Museo paleontologico di Comiso, durante la pausa  pranzo e, nella serata, la presentazione del Progetto Cirenaica Karst, presso il teatro Donnafugata a Ragusa Ibla. Un Welcome party chiuderà infine la giornata. Giorno 30 maggio continueranno i lavori nell’ambito dei temi delle sessioni scientifiche contemplate nel programma, quindi si andrà a concludere con il banchetto di fine Simposio, allestito nel magico scenario del Castello di Donnafugata. Il 31 maggio gita nella spettacolare vallata fluviocarsica dell’Anapo e del Calcinara, con le suggestioni della necropoli di Pantalica, ristoro presso una struttura agrituristica  e,  infine, visita della mitica R.N.I. Grotta Monello di Siracusa.

Per i particolari e le informazioni logistiche (prenotazioni varie) vi invitiamo a scaricare l’anzidetta  2a circolare e a contattarci, via e.mail (info@cirs-ragusa.org), per ulteriori notizie o ragguagli inerenti la manifestazione.

Gli interessati a partecipare ai suddetti eventi sono invitati a pre-iscriversi in tempo utile contattando la segreteria organizzativa, anche in considerazione della non grande capienza degli spazi in cui si svolgeranno le varie attività (Castello di Donnafugata, Sala degli  Stemmi (max 75 persone), teatro Donnafugata a Ragusa Ibla (max 80). A presto, dunque, a Donnafugata!

Importante informazione per i geologi professionisti: Per il suddetto evento sarà richiesto il riconoscimento di crediti ai fini dell’aggiornamento professionale continuo.

Seconda Circolare (pdf)

Scheda di partecipazione (web Form)

3° International Symposium on Karst Evolution in south Mediterranean Area

ottobre 27, 2008 By: admin Category: Senza categoria

È scaricabile nell’area download (questo il link), la prima circolare del 3° Simposio Internazionale su “Evoluzione carsica nell’Area sud Mediterranea” – che si svolgerà a Ragusa il 29-30-31 maggio 2009, nell’ambito delle celebrazione del 35mo anniversario della fondazione del CIRS.

La manifestazione intende promuovere la conoscenza dei fenomeni carsici originatisi nei paesi dell’area sud Mediterranea, e accrescere la consapevolezza della loro importanza nell’ambito del mondo accademico, della ricerca, della comunità speleologica e della collettività più in generale.

Il Simposio ha avuto il patrocinio dell’Anno Internazionale del Pianeta Terra (UNESCO-UIGS) della Società Speleologica Italiana, della Federazione Speleologica Regionale Siciliana e della Società Geologica Italiana, Sezione Giovani.

Hanno, altresì, dato la loro adesione all’evento i Dipartimenti di Scienze della Terra e di Geologia delle Università di Palermo, Catania e Messina per l’Italia e Benghazi per la Libia.

Scheda di partecipazione (web Form)

Seconda fase della ricerca geospeleologica in Libia

ottobre 27, 2008 By: admin Category: Speleologia

È stata condotta nel periodo 17 giugno – 1 luglio 2008 la seconda fase della campagna di indagine geospeleologica in Cirenaica (nord-est Libia) da parte del CIRS Ragusa sulla base di un protocollo di  ricerca sottoscritto con il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Bengasi.

Le indagini hanno interessato le aree di Bengasi, Al Majd, Al Beyda e Derna, nell’ambito delle quali sono stati esplorati e documentati alcuni sistemi carsici sia attivi che fossili. Al riguardo, nel settore carsico-costiero di Bengasi è stata condotta l’esplorazione e documentazione del Sistema Lethe, un complesso insieme di grandi doline di collassamento attraversate da una profonda rete attiva di condotti carsici attestati  diverse decine di metri al disotto dell’attuale livello marino. Fra le cavità documentate nel suddetto areale, di particolare interesse per le connotazioni storiche, oltreché carsiche, è stata l’esplorazione della Grotta Lethe, cavità interessata da un vasto lago sotterraneo, attrezzata per visite turistiche nei primi decenni del secolo scorso, al tempo della presenza italiana nel paese.

La prosecuzione delle ricerche è prevista a marzo 2009 e verterà principalmente nell’area di Al Majd, settore dell’altopiano carbonatico del Jabel Al Akhdar, dove è presente un diffuso carso superficiale a cockpit con una serie di grandi doline e profondi inghiottitoi.

Al fine di integrare le ricerche fino ad ora condotte con indagini di tipo geologico-strutturale, geochimico e geofisico è in fase di formulazione un più ampio progetto di studio, in cui è prevista la partecipazione dei dipartimenti di geologia delle Università di Palermo e Catania e l’Assessorato Lavori Pubblici della Regione Siciliana, da presentare per un programma di finanziamento in ambito europeo.

Hanno partecipato alle ricerche della seconda fase Cristina Ciapparelli, Gianni Savasta, Rosario Ruggieri per il CIRS e Mohamed Abdelmalik per l’Università di Bengasi.

Seminario sul Carsismo della Sicilia

settembre 29, 2008 By: admin Category: Senza categoria

Si è svolta dal 27 al 28 settembre la seconda fase del Seminario sui Fenomeni carsici della Sicilia dedicata al Carsismo dei Monti Iblei. L’attività didattica, cui hanno partecipato dottorandi e borsisti  del Dipartimento di Geologia dell’Università di Catania e dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, sez. di Catania, è stata svolta, giorno 27, con una parte introduttiva curata dal Prof. Fabio Lentini sugli aspetti geologico-strutturali della Sicilia, cui ha fatto seguito il tema specifico del seminario riguardante  “Il Carsismo delle aree carbonatiche dei Monti Iblei” curato dal Dott. Rosario Ruggieri. Il seminario ha quindi avuto un’appendice pratica con l’escursione di giorno 28 effettuata nella Cava Misericordia dove, oltre alla visita di alcune grotte e sorgenti carsiche, i partecipanti hanno avuto modo di osservare una diffusa e suggestiva serie di morfologie fluvio-carsiche sia sui versanti (solchi, morfologie carso-eoliche di erosione differenziale, ecc.) che lungo l’alveo roccioso (marmitte dei giganti, forre, ecc.).  Alla fine dell’attività seminariale ai partecipanti è stato consegnato un attestato di partecipazione.

A data da definire la terza fase dell’attività seminariale dedicata al carsismo delle aree gessoso-solfifere dell’agrigentino.

Convegno di Speleologia Urbana “Sicilia Sotterranea”

maggio 12, 2008 By: admin Category: Senza categoria

Si è svolto a Ragusa Ibla, nei giorni dal 9 all’11 maggio, presso il teatro Donnafugata il Convegno “Sicilia Sotterranea”, organizzato dal CIRS Ragusa, in collaborazione con Soprintendenza e Protezione Civile e con i patrocini della Regione, Provincia e del Comune di Ragusa. Tema di questo evento sono state le strutture sotterranee artificiali, con particolare riguardo a quelle ubicate in prossimità e nel sottosuolo delle nostre città. La manifestazione ha avuto come finalità la promozione di tutte quelle realtà ipogee che hanno avuto, sia nell’antichità che in periodi storici più recenti, una particolare importanza nella vita individuale e collettiva dei nostri predecessori. Al riguardo, le relazioni presentate hanno spaziato dai siti di archeologia industriale, tipico caso delle miniere dimesse, a quelli archeologici o di importanza storico-antropica quali: ipogei, chiese rupestri, vecchi acquedotti, qanat, antiche cisterne e rifuggi antiaerei, dell’ultimo evento bellico mondiale, elenco quest’ultimo significativo del patrimonio ipogeo isolano, ma non certamente esaustivo dello stesso.

Di seguito alle tematiche di valorizzazione, tutela e fruizione sono state, altresì, dibattute, nella sessione tecnica conclusiva, quelle relative alla messa in sicurezza di tali ambienti, stante che in diversi casi, ed emblematici al riguardo sono quelli di Ragusa e Modica,  la presenza di ampi volumi ipogei a breve profondità, abbandonati e senza nessun controllo da diversi decenni, può costituire un reale pericolo per le strutture urbane soprastanti e quindi per la collettività considerata, altresì, la sismicità e la presenza di fenomeni carsici dell’area Iblea.

Sicilia Sotterranea” ha avuto al margine una mostra con foto, disegni e cartografie illustranti alcune delle più significative strutture ipogee iblee, e due momenti escursionistici: il primo con la visita delle Latomie del Gonfalone a Ragusa, il secondo, giorno 11 maggio, con la visita delle miniere di asfalto di c.da Streppenosa.

In considerazione del positivo riscontro che la manifestazione ha ottenuto, sia in termini di interesse dei partecipanti che di rilievo delle relazioni presentate, ne è stata auspicata una seconda edizione nei prossimi anni.